Tempio di Monte Landro da piccolo tempio a tempio di interesse nazionale.

 

Il culto di Ercole legato all’acqua e il perchè edificato nel punto piu’ alto della catena dei monti Volsini.

1

Dal punto di vista figurativo l’Ercole italico non si differenzia molto dal prototipo greco. In ambito etrusco Hercle è collegato spesso a divinità come Turan, Menerva e Uni (Afrotide, Atena ed Hera) delle quali può diventare amante o marito (soprattutto in incisioni su specchi). Con Uni può combattere, apparire unito a lei, succhiare dal suo petto (secondo la tradizione che voleva il piccolo Eracle allattato proprio dalla dea). In numerosi bronzi di provenienza sannitica ricorre con gli attributi caratteristici della clava e della pelle di leone, ma a volte anche vestito di corazza. Delle sue imprese si trovano rappresentate tanto quelle del dodekatlos (dodici fatiche di Ercole) come altre del tutto diverse, quali l’ avventura di Esione e quella di Alcesti, raramente la leggenda di Caco. La lotta con il leone Nemeo compare molto spesso sia in raffigurazioni sia monetali che fittili.
Inoltre cosa significa Landro? Da una mia ipotesi potrebbe essere La/leos andro/andros leosandros, cioè uomo leone, poi trasformatosi nei secoli in Landro, il perchè in altezza consultare LA ROSETTA A COMPASSO.
Consultare archeologia viva n. 58 luglio agosto 1996 pp. 34 41 di Attilio Mastrocinque. Il grande tempio di Sulmona dedicato a Ercole.

Fabio Goretti